World

Welcome China

Parte in 19 alberghi Starwood un programma personalizzato per accogliere i viaggiatori cinesi: bollitori e pantofole in camera, informazioni in lingua

La Cina, con 100 milioni di viaggiatori internazionali entro il 2015, giocherà un ruolo decisivo nel turismo a livello mondiale nei prossimi dieci anni. Per accogliere il crescente numero di viaggiatori cinesi, Starwood Hotels & Resorts lancia il programma Personalized Travel in 19 strutture situate in città aeroportuali (tra cui il Westin Excelsior, a Roma), per estenderlo entro il 2012 a tutti gli alberghi della catena. L’ospitalità personalizzata prevede: bollitori per il tè, pantofole e spaghetti istantanei in camera; un referente cinese che si occupa dell’accoglienza e dell’assistenza fino alla partenza; materiale informativo in cinese sulla città, sulle vie dello shopping e sui monumenti; servizi di traduzionepiatti della cucina orientale, nel menu, anch’esso in cinese.

Con 74 hotel e quasi 100 nuove aperture previste con cadenza bisettimanale per tutto il 2011, Starwood è il maggiore operatore mondiale di strutture di alto livello in Cina. «I cinesi cominciano a viaggiare in massa, ed è prevedibile che preferiranno pernottare in catene alberghiere già conosciute nel loro Paese. In questo senso, la presenza di Starwood in Cina rappresenta un grande vantaggio», ha sottolineato Frits van Paasschen, Presidente e Ceo della compagnia. «Così come i nostri hotel in Cina hanno soddisfatto i viaggiatori americani ed europei con strutture a loro familiari, i nostri alberghi in tutto il mondo cercheranno di soddisfare le esigenze dei cinesi».